Alberi sradicati dal vento (Immagine di repertorio)
in foto: Alberi sradicati dal vento (Immagine di repertorio)

Lunghe ore di panico a Botticino, paese in provincia di Brescia, dove nella giornata di martedì 11 febbraio le raffiche di vento hanno superato i 100 chilometri orari provocando diversi danni. I vigili del fuoco e la protezione civile hanno dovuto far fronte a una situazione di emergenza, con tetti scoperchiati, automobili ammaccate dagli alberi e dai rami caduti e altre situazioni critiche che hanno messo in allarme l'intera popolazione. Nei pressi di via Cavour le folate di vento hanno addirittura staccato dai tetti alcuni pannelli solari, ritrovati poi a diversi metri di distanza.

L'allerta della protezione civile

Il vento ha provocato altri danni nella zona di via Mazzini e all'asilo "La Giostra", dove una parte di tetto è stata strappata dalle raffiche restando pericolosamente a metà tra la strada e la copertura. La protezione civile negli scorsi giorni aveva diramato l'allerta meteo arancione per il rischio di vento forte a Milano e in gran parte della Lombardia. Una previsione che non è stata disattesa e che in alcune zone ha provocato disagi e situazioni di potenziale pericolo per la popolazione. Fortunatamente a Botticino nessuno è rimasto ferito in seguito alle raffiche ventose. Anche in altre città della regione si sono verificati episodi simili, con alberi abbattuti dalle folate d'aria, vetture e case danneggiate. Nella mattinata di martedì 11 febbraio l'episodio più tragico legato al maltempo: una donna ha perso la vita a Traona, in provincia di Sondrio, dopo essere stata colpita da pezzi di tetto staccati dalle forti raffiche.