Da lunedì 4 novembre tornano i reading nelle case dei milanesi. Più di quaranta appartamenti privati di Milano ospiteranno una serie di iniziative letterarie incentrate sul mondo delle fiabe. È il format "Bookcity nelle case" all'interno del più ampio programma di Milano Bookcity 2019 che inizierà a partire da mercoledì 13 novembre a Milano. Un appuntamento fisso per tutti gli amanti dei libri, che nel corso dei dieci giorni dedicati al festival avranno modo di ascoltare l'intervento di numerosi autori e esponenti dell'editoria italiana e internazionale.

Bookcity entra nelle case

L'iniziativa, ideata e prodotta dall’agenzia H+, rientra nell'offerta dell'ottava edizione di Milano Bookcity e mira a incentivare la socialità tra i cittadini, che avranno l'occasione di incontrarsi e conoscersi in un contesto in grado di creare un clima più intimo, come è appunto quello che si respira all'interno di abitazioni private. Le fiabe saranno le protagoniste della terza edizione di "Bookcity nelle case".  

Le fiabe: un linguaggio universale

"Quello delle fiabe è un linguaggio universale – spiega Daniela Cattaneo Diaz, founder di Accapiu- un linguaggio e di immediata comprensione, che permette di affrontare temi estremamente complessi e di enorme attualità, trasversali a tante culture, quali diversità, integrazione e cooperazione, ma anche viaggi, avventure, scoperte e simboli dell’inconscio collettivo". L'iniziativa all'interno degli appartamenti messi a disposizione sarà itinerante, si estenderà su tutto il territorio milanese fino alla fine della kermesse letteraria, prevista per il 17 novembre. Tutti gli eventi di "Bookcity nelle case" sono ad ingresso gratuito e su prenotazione, che è possibile effettuare dalle ore 11.00 di ogni giorno fino alla sera prima di ogni lettura sul sito ufficiale dell'evento.