immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Drammatico inseguimento ieri pomeriggio nel territorio comunale di Talamona, in provincia di Sondrio. Un uomo di 30 anni è morto a seguito di una caduta mentre, stando a quanto ricostruito, stava cercando di scappare dai carabinieri. L'episodio si è verificato attorno alle 16 di ieri, sabato 11 luglio, lungo la strada provinciale Sp11 che dal fondovalle si inerpica fino a Tartano, comune a oltre 1200 metri di altezza. I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Sondrio erano impegnati in un'operazione antidroga, volta al contrasto dello spaccio. Dopo aver individuato un gruppetto formato da tre persone ed essersi identificati, i pusher hanno cercato di scappare lungo i boschi che costeggiano la provinciale.

Bloccato il secondo membro della banda, il terzo è in fuga

Uno dei tre, il 30enne, durante la fuga sarebbe caduto da uno sperone roccioso, cadendo rovinosamente sull'asfalto. Il ragazzo, un cittadino marocchino, è morto sul colpo: inutile l'intervento di diverse ambulanze inviate dall'Azienda regionale emergenza urgenza, i cui soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Anche un altro membro della presunta banda di pusher è caduto durante l'inseguimento: per fortuna però non ha riportato gravi conseguenze ed è stato in seguito bloccato dai carabinieri. Un terzo uomo, sempre facente parte della banda di spacciatori, è invece riuscito a far perdere le proprie tracce ed è attualmente ricercato dai carabinieri. Ancora non sono molto chiari i contorni del drammatico inseguimento: sul luogo della tragedia, oltre alle ambulanze del 118 e ai vigili del fuoco, è intervenuto anche il magistrato di turno della procura di Sondrio cui spetterà ricostruire con esattezza quanto avvenuto.