(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Una bambina di dieci anni è precipitata dalla finestra di casa, cadendo da un'altezza di circa sei metri. L'episodio è avvenuto lo scorso venerdì 15 febbraio a Villa Garibaldi, una frazione di San Benedetto Po in provincia di Mantova. E da allora la bimba si trova su un letto d'ospedale nel reparto di Terapia intensiva dell'ospedale Borgo Trento di Verona. Stando a quanto ricostruito si sarebbe trattato di un incidente domestico tanto banale quanto potenzialmente tragico nelle sue conseguenze. La bimba era in casa assieme alla mamma e al fratellastro, anche se i tre si trovavano tutti in stanze diverse dell'abitazione. Attorno alle 17 la bimba si sarebbe recata nella camera da letto della madre e si sarebbe arrampicata su un comodino per affacciarsi a una finestra dell'abitazione. Come purtroppo può accadere soprattutto ai bambini, la piccola si è sporta troppo dalla finestra ed è precipitata da un'altezza di sei metri.

Il primo a correre in soccorso della bimba è stato il fratellastro

Una volta a terra la bimba ha iniziato a piangere. Il primo a udire le sue urla e a prestare soccorso è stato il fratellastro. Successivamente la madre della bimba ha chiamato il 118. Sul posto è arrivato un elicottero che ha trasportato la piccola all'ospedale Borgo Trento di Verona, dove da venerdì è ricoverata in Terapia intensiva. La prognosi resta riservata anche se la bimba non avrebbe riportato né fratture né altre lesioni agli organi interni: i medici vogliono però giustamente escludere che la bimba possa aver riportato serie conseguenze per via della caduta e continuano dunque a monitorare le sue condizioni. La speranza è che presto la bambina possa abbandonare il letto d'ospedale e tornare a casa.