Il centrodestra vince il ballottaggio per le elezioni comunali a Rozzano e conquista un altro ex "fortino rosso" in provincia di Milano. Al termine di un combattuto testa a testa, per duecento voti di differenza, Giovanni Ferretti De Luca è eletto sindaco con il 50,71 per cento delle preferenze. La sindaca uscente Barbara Agogliati si ferma al 49,29 per cento. L'affluenza al voto per il secondo turno è stata del 45,62 per cento.

Ribaltato l'esito del primo turno

Il voto del 26 maggio per il primo turno delle elezioni comunali a Rozzano aveva premiato Agogliati, sostenuta da Partito democratico, +Europa e da quattro liste civiche, che era in vantaggio con il 38,97 per cento. Ma lo sfidante De Luca, candidato di Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e due liste civiche, la seguiva da vicino, con il 38,28 per cento, ed era apparso subito chiaro che la sfida sarebbe stata molto aperta. A rendere ancora più incerta la partita hanno contribuito anche le divisioni interne alla sinistra. L'ex dem Marco Macaluso si è dimesso da segretario del Pd e ha deciso di correre da solo con l'appoggio di due liste civiche. Al primo turno ha ottenuto il 10,46 per cento dei voti, rallentando di fatto la corsa di Agogliati. Il Movimento 5 Stelle, con il candidato Vicenzo Lepori, aveva preso il 10,82 per cento.

Per De Luca una rivincita dopo la sconfitta del 2014

Per il candidato del centrodestra quella del 9 giugno è stata una rivincita. Cinque anni fa, infatti, Agogliati e De Luca si erano già scontrati al ballottaggio per le comunali e allora aveva vinto nettamente la candidata del centrosinistra, con il il 61,73 per cento delle preferenze.

Agogliati: Eravamo soli contro tutti

"Sono stata il vostro sindaco 5 anni. Ho avuto l'onore di rappresentarvi e per me è stato un grande momento di crescita. Da domani toccherà ad altri. A loro auguro buon lavoro", ha commentato Agogliati nella mattinata di lunedì, "ci siamo battuti con onore e la città ha risposto. Eravamo noi contro tutti, in un momento storico difficile per la buona politica". "Eravamo contro chi rappresenta la politica del populismo leghista, e le continue falsità, eravamo contro il passato – ha aggiunto l'ex sindaca -, ed eravamo purtroppo contro chi si autoproclama il futuro ma irresponsabilmente non ha voluto fare accordi per il futuro di Rozzano".