Michele Spada – Foto Facebook
in foto: Michele Spada – Foto Facebook

Era un alpinista esperto Michele Spada, un amante della montagna che quando poteva scalava e percorreva in lungo e in largo. Ma l'incidente di ieri per lui è stato fatale: stava attraversando il Cornone del Blumone, di fronte alla Piana del Gaver quando per cause ancora da accertare è rimasto vittima di un incidente. Il 44enne di Milano che si trovava su quelle montagne bresciane insieme con la compagna 35enne è caduto nel vuoto: un volo di circa 200 metri per lui e la donna. L'uomo è morto sul colpo mentre la compagna si trova ora ricoverata in gravi condizioni al Civile di Brescia. I due sono stati soccorsi immediatamente dalle ambulanze del 118: i paramedici non hanno potuto fare altro che constatare la morte di Michele mentre la compagna è stata trasportata in elicottero al Civile. Vi è giunta in arresto cardiaco e dopo essere stata rianimata si trova ora in Terapia Intensiva.

La compagna ricoverata in gravi condizioni al Civile

I due dopo una prima escursione avevano alloggiato al rifugio Tita Secchi, in Valcamonica, così da essere pronti alla scalata il giorno successivo. Ieri, dopo essersi avviati di buon ora verso il monte Blumone, poco prima delle 10 c'è stato il terribile incidente all'altezza del versante camuno: i due si trovavano a 2843 metri d'altitudine. Durante quei momenti della terribile caduta sono stati avvistati da un'altra coppia di alpinisti che ha così dato l'allarme. Sul posto oltre i soccorritori del 118 sono giunti anche gli uomini del Soccorso Alpino impegnati fino al pomeriggio nelle operazioni di recupero. La prognosi della donna è al momento riservata: avrebbe diversi traumi su tutto il corpo più una frattura al bacino.