Allerta maltempo a Milano per l'arrivo di forti piogge previsto a partire dalla mezzanotte. In seguito al bollettino diramato dalla protezione civile con codice giallo per rischio idraulico sul nodo del capoluogo lombardo, l'amministrazione ha disposto l’attivazione del centro operativo comunale.

Allerta meteo a Milano: monitorati Seveso e Lambro

Con l’allerta meteo parte anche il monitoraggio dei livelli dei fiumi Seveso e Lambro e l’attivazione delle squadre di Protezione civile e delle pattuglie della polizia locale. Palazzo Marino ha reso noto che anche la squadra del servizio idrico Mm sarà pronta a intervenire in caso di necessità. L'allerta gialla per rischio idrogeologico riguarda il territorio dell’Appennino pavese. Il rischio idrico tocca la fascia pedemontana e l’area metropolitana milanese sulla quale si sviluppa il reticolo idraulico di Olona, Seveso e Lambro. Attenzione elevata nella pianura lomellina, pavese, bassa lodigiana e fascia di pianura dell’Oltrepò pavese, comprendendo il corso del Po fino alla confluenza con l’Adda, nella bassa cremonese e mantovana.

In arrivo forti piogge dalla mezzanotte

Dopo le intense piogge in arrivo nella notte, per la giornata di domani, domenica 1 dicembre, sono previste precipitazioni deboli sparse a partire dai settori occidentali, dalle ore centrali in estensione da ovest a est, diffuse nel pomeriggio e in intensificazione verso sera. Più insistenti sul Pavese, in particolare sull’area Appenninica. Il limite neve sarà tra gli 800 e i 1000 metri circa su fascia alpina e prealpina, attorno ai 1200 metri su Appennino. Attesi accumuli nevosi su Alpi e Prealpi attorno ai 5 cm circa nelle 24 ore. Su Appennino pavese accumuli nevosi oltre i 1100 metri circa attorno a 1 cm. Lunedì 2 dicembre, nelle prime ore precipitazioni diffuse (quando saranno maggiormente interessate la bassa pianura e l'Appennino), dal primo mattino tendenti ad attenuarsi ed esaurirsi a partire da nordovest.