Una delle ultime esondazioni del Seveso a Milano
in foto: Una delle ultime esondazioni del Seveso a Milano

Allerta meteo per rischio idraulico a Milano dalla mezzanotte di martedì 19 novembre. La sala operativa della protezione civile della Lombardia ha diramato un bollettino di allerta per un'ondata di maltempo che ha già iniziato a colpire parte della regione dalla giornata odierna, ma che si intensificherà soprattutto nella notte e nella giornata di domani, martedì 19 novembre. Due saranno le zone più colpite: i laghi e le Prealpi varesine e l'Appenino Pavese, dove l'allerta è di codice arancione (criticità moderata) per rischio idrogeologico. Sul nodo idraulico di Milano invece l'allerta è di codice giallo (criticità ordinaria) per rischio idraulico: significa che le forti piogge potrebbero portare a un innalzamento dei livelli dei due fiumi cittadini a rischio esondazione, Seveso e Lambro, che verranno di conseguenza monitorati dal Comune.

Previste anche forti raffiche di vento

Oltre alle forti piogge, in alcune zone della Lombardia si assisterà anche a un rinforzo dei venti: "Saranno in rinforzo da est dalla serata odierna e raggiungeranno i massimi nella notte e nella mattinata di martedì 19 novembre – spiega la protezione civile regionale in una nota -. Raffiche generalmente comprese tra 50 e 70 km/h, seppur non di escludano punte sino a 80 km/h su coste del Lago di Garda e in quota sui settori prealpini orientali. Inoltre, a quote superiori ai 1500 metri i venti saranno moderati o forti da sud-est su tutta l'area alpina e prealpina". Per quanto riguarda le precipitazioni, invece, "risulteranno moderate e più insistenti su pavese, milanese e settori prealpini". Infine la neve: "Quota neve in rialzo oltre i 1400-1700 metri a partire dalla notte su settori prealpini e nel corso della giornata di domani anche su quelli alpini".