La tragedia che ha sconvolto Albizzate, paese in provincia di Varese, dove una mamma con i suoi due figli è stata travolta dalla caduta di un cornicione in un'area commerciale del comune, per cui ora vi è un indagato, ha mosso all'interno della comunità un senso di solidarietà molto forte per aiutare il padre e il fratellino sopravvissuto. La Pro Loco del Comune ha infatti avviato una raccolta fondi, promossa anche dall'associazione genitori del paese, per dare il proprio contributo alla famiglia così tragicamente colpita.

Dalla raccolta fondi al quaderno in cui rivolgere un pensiero d'affetto

Nella giornata di ieri, domenica 28 giugno, la presidentessa della Pro Loco di Albizzate, Emanuela Bettega, e il vicesindaco Eliana Brusa ha proseguito l'iniziativa rinominata "Stretti attorno ad Adam", il padre dei piccoli scomparsi. Terminata la messa in chiesa, è stato allestito un banchetto per continuare a raccogliere fondi dove i parrocchiani hanno fatto a gara per donare. Dai giovani agli anziani, tutti erano in fila per poter dare un loro contributo. Il vicesindaco di Albizzate ha poi trovato un momento, tra la commozione e il dolore, per ricordare la famiglia: "Il dolore di Noureddine e Adam è il nostro. Non li lasceremo soli e il Comune farà la sua parte: daremo tutto il necessario". Ma la solidarietà non si ferma solo alla raccolta di fondi per aiutare Adam e il piccolo di 9 anni, perché all'interno della biblioteca comunale, è stato posto un quaderno sul quale chiunque lo desiderasse, può lasciare un pensiero, un disegno o una testimonianza di affetto a padre e figlio. La comunità di Albizzate si è stretta intorno alla famiglia in un abbraccio caloroso, con l'intento di non lasciarli indietro. Mai.