Si terrà dal 19 al 23 giugno a Milano il primo Sushi Festival: evento interamente dedicato a uno dei piatti più amati della cucina giapponese. Il festival prenderà vita in piazza Città di Lombardia, nel quartiere Isola, nella piazza coperta più grande d'Europa. Cinque giorni nei quali sarà possibile immergersi nella cultura e nella tradizioni culinarie del Giappone, attraverso cibo, animazione e musica. I visitatori potranno accedere gratuitamente per tutto l'orario di apertura del festival che va dalle 12 alle 24 e potranno sedersi ai tavoli della Piazza scegliendo da quale pietanza farsi ingolosire. A gestire la preparazione dei piatti di Milano Sushi Festival ci sarà Finger’s, con lo chef patron Roberto Okabe e il suo team: ricca e variegata la proposta che comprende sushi, special rolls, zuppe, ravioli gyoza, tartare e altri piatti tipici giapponesi, oltre a cocktail specifici ideati proprio per accompagnare i piatti. Ci saranno poi numerosi corner food che con truck e ristoranti offriranno ai visitatori il meglio della cucina giapponese, tra questi nomi come Sushita, Karē No Kuruma, Takoyaki Ya, Pops Soba by Zazà Ramen e Maido.

Sushi Festival: cinque giorni all'insegna di musica, eventi e cibo

Oltre al cibo sono previsti vari appuntamenti con la musica. Ad aprire il festival ci sarà, mercoledì 19 giugno dalle 18 alle 19, il gruppo MusubiDaiko composto da 4 giovani che condividono l'amore e la passione per lo studio della disciplina del Taiko (il tamburo giapponese). Venerdì e sabato spazio fino alle 24 ai dj set a cura della cantante-tastierista giapponese Hirokomeister. Mentre sabato 22 giugno dalle 19 alle 20, ci sarà una lezione dedicata alla via della scrittura, Shodō: la via della scrittura. E ancora domenica 23 giugno dalle 18.30 alle 19.30 ci sarà un'ora dedicata a Bon Odori, tradizione buddista giapponese per onorare gli spiriti dei propri antenati, attraverso una danza (le cui musiche e ritmi mutano di regione in regione) durante la quale si crede che gli spiriti dei nostri cari danzino insieme a noi.