Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Una storia di violenza domestica che avrebbe potuto avere un esito peggiore ma che, grazie all'intervento di un passate, si è risolta senza troppe conseguenze. È accaduto a Voghera, comune alle porte di Pavia, dove nel pomeriggio di giovedì una donna di 43 anni, commessa in un negozio di via Emilia, è stata aggredita dall'ex marito. L'uomo si è presentato nell'esercizio commerciale scagliandosi improvvisamente sulla donna: calci e pugni sferrati con una violenza inaudita. Ad assistere alla scena diversi passanti che forse pietrificati da quanto stava accadendo sono rimasti impassibili: a intervenire è stato un uomo che in sella sua bici stava passando proprio davanti al negozio in centro. P.D., 35enne di nazionalità senegalese si è fiondato immediatamente all'interno dello store e si è contrapposto tra i due riuscendo a liberare la donna dalla violenza dell'ex marito. La 43enne col volto tumefatto e inondato di sangue è riuscita a mettersi al riparo mentre l'aggressore dopo aver sferrato dei pugni anche all'immigrato ha tentato la fuga ma è stato fermato poco dopo: il 35enne infatti lo ha bloccato costringendolo ad attendere l'arrivo della polizia.

L'aggressore è stato arrestato e la donna soccorsa dal personale sanitario

Le forze dell'ordine sono giunte poco dopo sul posto mentre alcuni testimoni riferivano l'accaduto e prestavano le prime cure alla donna ferita. L'aggressore però approfittando dell'attimo di confusione è riuscito a fuggire raggiungendo il secondo piano del condominio dove è ubicato il negozio, seguito sia dal 35enne senegalese che dal proprietario di un bar vicino. Ai due l'ex marito della donna ha urlato di volersi lanciare nel vuoto, e così si è sporto dalla finestra: "Era molto agitato, così ho iniziato a parlargli, spiegandogli che avrebbe perso tutto e che doveva pensare ai propri figli – ha raccontato P.D. come riportato anche da Repubblica.it – e soprattutto che non era il caso di fare ulteriori sciocchezze". Una versione confermata anche dal barista in quel momento con lui. E ancora una volta è stato il giovane senegalese a risolvere la situazione: approfittando di un attimo di distrazione dell'uomo lo ha allontanato dalla finestra e lo ha poi condotto fuori dal palazzo dove è stato poi arrestato. Una volta nella volante della polizia, l’aggressore ha continuato a dare in escandescenze. La donna ferita è stata soccorsa dai sanitari giunti sul posto con diverse ambulanza mentre P.D., immigrato e padre di due figli, ha ricevuto i ringraziamenti della donna e dei presenti che hanno lodato il suo coraggio. Residente a Bergamo, da qualche tempo è ospite del padre che lavora in una azienda agricola della zona.