Un'officina clandestina è stata identificata dai carabinieri della Stazione di Melzo (Milano). Grazie alle segnalazioni di alcuni residenti i militari hanno sorpreso, in due box all’interno di una palazzina nella zona residenziale di Vignate (Milano), due pregiudicati italiani, un 33enne e un 41enne, intenti a smantellare veicoli rubati. I componenti sarebbero stati poi rivenduti come pezzi di ricambio al mercato nero attraverso officine compiacenti o mediante annunci on line.

I due pregiudicati sono sottoposti a fermo con l'accusa di ricettazione. Sotto sequestro sono finiti i locali dell'officina dove i carabinieri hanno rinvenuto 5 piccole utilitarie, 1 moto, 1 scooter e parti meccaniche e di carrozzeria per un valore complessivo superiore ai 40 mila euro. Come accertato dai carabinieri, la banda puntava ad auto di piccole dimensioni le cui carcasse, una volta smembrate, potevano quindi essere agevolmente occultate trasportandole con un furgoncino.