(immagine di repertorio)Serata di follia a Vigevano, in provincia di Pavia. Ieri, attorno alle 20, un uomo di 61 anni ha aggredito con un taglierino senza alcun motivo apparente un ragazzo di 18 anni che ha incrociato per caso, ferendolo a una guancia. L'episodio si è verificato in corso della Repubblica: è lì che il 61enne, un cittadino argentino disoccupato e già noto alle forze dell'ordine, ha iniziato a minacciare con un taglierino dei ragazzi che passavano davanti a un bar, apparentemente senza alcun motivo. I giovani minacciati si sono rifugiati all'interno del locale: a quel punto però l'uomo ha rivolto le sue "attenzioni" a un altro ragazzo scelto a caso. Dapprima ha provato ad aggredirlo a mani nude, poi lo ha ferito col taglierino alla guancia. Dopo l'aggressione immotivata l'uomo si è allontanato come se niente fosse in sella alla sua bicicletta, cercando di far perdere le proprie tracce.

La cattura dell'aggressore

La vittima di questo episodio, in seguito al ferimento, ha raccontato quanto accaduto al padre e ad alcuni amici, che hanno deciso di mettersi da subito sulle tracce del 61enne in bici. Dopo averlo individuato, il padre del giovane ha sollecitato l'intervento dei carabinieri, provando nel frattempo a bloccare l'uomo con le proprie forze. Il 61enne è stato fermato grazie all'intervento di una volante che ha bloccato ogni tentativo di fuga. I militari hanno fatto scattare l'arresto, portando con sé l'aggressore per ulteriori accertamenti in caserma. Le accuse di cui deve rispondere sono di lesioni aggravate, minaccia aggravata e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Il 18enne ferito è stato trasportato in codice verde all'ospedale di Vigevano, dove è stato medicato e dimesso con cinque giorni di prognosi: i medici gli hanno riscontrato una ferita lacero contusa allo zigomo sinistro.