Una bimba di quattro anni è in condizioni disperate all'ospedale Papa Giovanni XXII di Bergamo dopo essersi sentita male mentre faceva il bagno in casa a Solbiate Arno, nel Varesotto. La piccola è stata colpita da un improvviso malore mercoledì pomeriggio mentre era in acqua. L'ipotesi dei medici bergamaschi è che la piccola sia stata colpita da una congestione. Le sue condizioni sono gravissime: è in terapia intensiva e la prognosi è negativa, tanto che in un primo momento si era diffusa la notizia che fosse deceduta. Le speranze per lei sono appese a un filo.

Trasportata in ospedale con l'elisoccorso, la bimba è deceduta per complicazioni polmonari

Nel pomeriggio di mercoledì 12 giugno, mentre era in acqua, la bambina di colpo è diventata cianotica e ha perso i sensi. La madre ha immediatamente chiesto aiuto al 112 e la piccola è stata trasportata d'urgenza in elisoccorso all'ospedale di Bergamo. In un primo momento sembrava che le sue condizioni si fossero stabilizzate, anche grazie all'intervento di alcuni vicini di casa che hanno sentito le urla della donna e sono accorsi. Dopo il trasporto nella struttura sanitaria, però, c'è stato un peggioramento e la bimba poi si è aggravata per presunte complicazioni polmonari. Sul caso la Procura di Busto Arsizio (Varese) ha aperto un fascicolo contro ignoti.

La congestione è uno dei disturbi tipici dell’estate e in alcuni casi può essere molto pericolosa e addirittura mortale. Avviene a causa di uno squilibrio nella circolazione del sangue che può verificarsi soprattutto dopo i pasti. Durante la digestione, infatti, l’afflusso di sangue verso lo stomaco aumenta notevolmente. Se ci si espone a uno sbalzo termico forte e improvviso, come nel caso di un tuffo nell'acqua fredda, la circolazione sanguigna si modifica.