Una ragazzina di quindici anni accoltellata in pieno centro a Varese da uno sconosciuto. Nessun motivo apparente dietro l'aggressione, ma gli inquirenti sarebbero già sulla tracce di un sospettato, forse una persona già nota alle forze dell'ordine. Il tutto è accaduto nella serata di sabato, poco dopo la mezzanotte, nella centralissima via Francesco Del Cairo, a due passi dal centro storico di Varese e dagli uffici postali. Due le ragazze coinvolte, di 14 e 15 anni, che si trovavano proprio vicino all'ufficio della Posta per attendere la madre della più giovane che passasse a prenderle per riportarle a casa dopo una serata tranquilla passata con i propri amici.

Sarebbe stato a quel punto che un uomo, sulla cinquantina, le avrebbe incrociate in bicicletta. Dopo averle superate, sarebbe poi tornato indietro, iniziando a minacciarle. La quattordicenne, a quel punto, sarebbe scappata via, mentre la quindicenne sarebbe stata raggiunta dall'uomo che avrebbe a quel punto estratto un coltello colpendola al viso e al braccio, urlando di volerle ammazzare. La quattordicenne, che era invece riuscita a scappare, ha chiamato subito i soccorsi: l'amica è ora ricoverata in ospedale, con diversi punti di sutura che l'hanno sfregiata, ed i medici stanno valutando se procedere chirurgicamente. La quattordicenne ha però visto bene in faccia l'aggressore, che avrebbe "una cicatrice ben visibile e del sangue in testa e sul volto. Sembrava italiano", come ha raccontato in un'intervista rilasciata al quotidiano Il Giorno, e lo ha così descritto alle forze dell'ordine, che ora sarebbero già sulle sue tracce.