(Immagine di archivio)
in foto: (Immagine di archivio)

Era scomparso da casa da mercoledì, da quando cioè si era recato a fare un'escursione in Valle Brembana, in provincia di Bergamo. Nel primo pomeriggio di oggi, venerdì 6 marzo, purtroppo Piergiorgio Mostosi, 75enne di Villa d'Almè, è stato trovato morto in fondo a un burrone profondo circa 100 metri. Il tragico ritrovamento mette fine alle speranze dei famigliari di poter riabbracciare il loro caro: speranze flebili, dal momento che già nella serata di mercoledì si era intuita la possibile tragedia. L'uomo, infatti, aveva telefonato alla moglie dicendo di essere in difficoltà. La coniuge però non si è allarmata: non era la prima volta che il marito rientrava tardi da un'escursione. Il mattino dopo, tuttavia, Piergiorgio non era ancora tornato: la moglie ha allora chiamato le forze dell'ordine, facendo partire le ricerche.

 La telefonata alla moglie, poi il silenzio

Per oltre un giorno i soccorritori hanno cercato il pensionato 75enne, la cui auto era stata trovata regolarmente parcheggiata sotto i ponti di Sedrina. Da lì l'escursionista, che non era nuovo a passeggiate in montagna, ha imboccato la strada Taverna ed è arrivato nei pressi di Val Brembilla. Qui, per cause da accertare, l'anziano sarebbe scivolato in un dirupo per circa 100 metri: una caduta terribile che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Quando i soccorritori lo hanno trovato per l'anziano non c'era ormai più niente da fare: il suo corpo senza vita era vicino a un ruscello.