(immagine di repertorio)
in foto: (immagine di repertorio)

Ancora una giornata di ritardi e rallentamenti sulle linee di Trenord. Oggi, lunedì 7 ottobre diversi treni che collegano Milano ai centri dell'hinterland sono stati soggetti a interruzioni momentanee della circolazione dovute a diverse ragioni. L'azienda dei trasporti ha comunicato che i disservizi sono stati generati in parte da malori a bordo dei treni, ma anche da guasti agli impianti e per esigenze di circolazione. Sono diverse le linee sulle quali si sono verificati i disagi per i pendolari: Novara-Milano-Treviglio, Domodossola-Gallarate-Milano, Bergamo-Carnate-Milano, Verona-Brescia-Treviglio-Milano, Alessandria-Voghera-Pavia-Milano, Stradella Pavia-Milano, Malpensa-Milano Centrale, Saronno-Milano-Lodi, Lecco-Carnate-Milano e Treviglio-Milano-Varese.

I ritardi dei treni nel dettaglio

Alcuni treni hanno subìto ritardi più consistenti. Il convoglio che da Domodossola arriva a Milano Garibaldi ha viaggiato con 50 minuti di ritardo, a causa di problemi tecnici prima della partenza. Il treno 23013, che parte da Varese e ferma a Treviglio, ha subìto un rallentamento di circa 35 minuti dopo essersi arrestato alla stazione di Milano Lancetti per consentire l'intervento dei soccorsi a causa di un passeggero che ha accusato un malore a bordo. Altri ritardi importanti sulla linea Stradella-Pavia-Milano e sull'Alessandria-Voghera-Pavia-Milano. Trenord segnala inoltre un "Guasto agli impianti, di competenza RFI, che regolano la circolazione ferroviaria, a Milano Rogoredo – specificando che – i tecnici sono al lavoro per risolvere il guasto lungo la linea". Un pessimo inizio di settimana per una larga parte di pendolari lombardi.