foto di repertorio
in foto: foto di repertorio

Guasti ai treni e agli impianti di circolazione: nuova mattinata di disagi, lunedì 2 dicembre, per tutti i pendolari lombardi che utilizzano convogli Trenord sui binari di Rfi (Rete ferroviaria italiana). Un treno che ha riscontrato problemi in Svizzera e un altro che ha registrato un guasto agli impianti a Novate Milanese sono solo due dei convogli che hanno subìto ritardi o cancellazioni, in una lista che, per lo sconforto dei pendolari, è molto lunga.

I disagi su diverse tratte

I primi disagi della mattinata sono stati rilevati sulla tratta Treviglio-Milano-Varese, dove il treno 10610 (Treviglio-Novara) è partito da Pioltello Limito con mezzora di ritardo a causa di un guasto al treno risolto con un intervento di manutenzione straordinaria. Ciò ha comportato uno spostamento aggiuntivo non preventivato dei pendolari che partono da Treviglio sino a Pioltello Limito con il treno della tratta Brescia-Milano Greco Pirelli, mentre chi viaggiava in direzione Varese ha dovuto raggiungere prima Milano Certosa. La situazione non ha sorriso nemmeno ai viaggiatori in partenza dal Malpensa che si dirigevano a Milano Centrale, considerati i ritardi causati da un guasto agli impianti che regolano la circolazione dei treni. Stessa sorte per il treno Milano Cadorna-Novara Nord della tratta Novara-Saronno-Milano che ha patito gli stessi disagi a causa delle stesse motivazioni.

Anche a Como ritardi

Si "piange" anche a Como, dove stamattina i pendolari di Trenord non hanno visto nemmeno un treno in orario, né sulla tratta da Como Lago né su quella da Como San Giovanni. Su quest'ultima, eclatante il caso del treno che doveva partire alle 8.07 e non ha lascito la stazione fin dopo le 9. Ma questo convoglio non ha fatto parte delle eccezioni, bensì della regola: tutti i treni in partenza da Como San Giovanni hanno registrato ritardi superiori ai 20 minuti, dieci in più di quelli segnalati da Como Lago.