Mentre le indagini sul grave incidente ferroviario avvenuto a Pioltello proseguono, tutti i dipendenti di Trenord per questa settimana hanno deciso di indossare un nastrino nero al braccio in segno di lutto per le tre vittime del deragliamento di giovedì scorso alle porte di Milano. Un piccolo segno di vicinanza a tutti i pendolari, inclusi i 46 feriti nell'incidente, con cui capitreno e ferrovieri condividono quotidianamente tempo e anche disagi. Sarà una settimana cruciale per l'inchiesta, aperta al momento contro ignoti per disastro ferroviario colposo: a breve sono attesi i primi avvisi di garanzia, che la procura indirizzerà probabilmente, come atto dovuto, ai vertici e responsabili di Rete ferroviaria italiana (che gestisce i binari) e a Trenord (cui apparteneva il treno deragliato, il 10452 Cremona-Milano Porta Garibaldi). Sempre in settimana sono attese anche le autopsie sulle tre vittime, tutte donne: Ida Maddalena Milanesi, Giuseppina Pirri e Pierangela Tadini.

Giovedì l'iniziativa dei pendolari

Anche i pendolari si sono mossi: per giovedì prossimo, 1 febbraio, hanno lanciato l'iniziativa #intrenoconnoi, chiedendo a tutti in modo simbolico di unirsi a un loro viaggio per vedere le condizioni in cui versa la linea Cremona-Treviglio-Milano: "Non vogliamo che la tragedia del 10452 con le sue vittime e i suoi feriti possa ripetersi". Nel frattempo Trenord fa sapere che oggi e domani, 29 e 30 gennaio, proseguiranno i rallentamenti e le riduzioni del servizio a causa dell'incidente e dell'indisponibilità di parte dei binari tra Treviglio e Milano. A causa della riduzione dei binari disponibili e dei rallentamenti nell'area di cantiere, spiega Trenord, si prevedono ritardi medi fino a 30 minuti sulle direttrici interessate. L'azienda ha predisposto un piano speciale, con informazioni ai pendolari e autobus sostitutivi, i cui dettagli potete leggere di seguito.

Informazioni sulle linee

  • Linea Regionale BERGAMO-MILANO CENTRALE: treni regolari con fermata straordinaria a Treviglio Ovest;
  • Linea Regionale BERGAMO-MI P.TA GARIBALDI via Treviglio: treni cancellati;
  • Linea Regionale CREMONA-TREVIGLIO-MI P.TA GARIBALDI: treni regolari;
  • Linea Regionale BRESCIA-MILANO: treni regolari con fermate straordinarie a: Cassano d'Adda, Trecella, Pozzolo Martesana, Melzo, Vignate, Segrate  [Le fermate straordinarie non saranno effettuate nelle fasce orarie 10-12 e 14-16].
  • Linea Regionale RE VERONA-BRESCIA- MILANO: treni diretti regolari.
  • Linea Suburbana S5 TREVIGLIO-VARESE: Ogni ora, un treno limiterà la corsa a Milano P.ta Garibaldi Superficie, mentre un treno sarà regolare fino a TREVIGLIO. Le partenze da TREVIGLIO avverrano ai minuti .10. Mentre gli arrivi a TREVIGLIO sono previsti ai minuti .50. [Per il dettaglio treni seguire la pagina di direttrice Treviglio-Milano-Varese]
  • Linea Suburbana S6 NOVARA-PIOLTELLO/TREVIGLIO: treni deviati su Milano P.ta Garibaldi Superficie;

Autobus sostitutivi e accesso ai mezzi Atm

In supporto al servizio ferroviario, in collaborazione con ATM, Trenord ha organizzato servizi sostitutivi con bus con frequenza di circa 20 minuti:

  • dalle ore 5 alle ore 21.00  attivo servizio spola TREVIGLIO –  CASSINA DE' PECCHI MM2 [e viceversa] con fermate a CASSANO D'ADDA, TRECELLA, POZZUOLO MARTESANA, MELZO E VIGNATE.
  • dalle ore 5 alle ore 21.00 servizio bus spola effettuato da ATM da VIGNATE a MILANO LAMBRATE [e viceversa]  con fermate PIOLTELLO LIMITO e SEGRATE.
  • Potenziato il servizio AUTOSTRADALE BERGAMO-MILANO
  • I possessori di titolo di viaggio Trenord sono autorizzati a utilizzare i mezzi di metropolitana e superficie ATM. La fermata consigliata è Cassina de' Pecchi sulla linea verde M2.

Assistenza

  • Oltre 30 persone, tra personale Trenord e "Berretti verdi", offrono assistenza ai passeggeri con una presenza costante nelle stazioni ferroviarie di Milano Centrale, Milano Lambrate, Milano Porta Garibaldi, Treviglio, Bergamo e Cremona, oltre che a bordo dei treni in circolazione tra Milano e Treviglio.
  • Il call center Trenord al numero 02-72.49.49.49 è stato rafforzato. I clienti possono rivolgersi telefonicamente tutti i giorni da lunedì alla domenica dalle 5.00 del mattino all'1.00 di notte. Un sistema automatizzato fornisce informazioni sulle principali variazioni del servizio ferroviario già in apertura di telefonata.