(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Stava controllando un furgone posizionato su un ponte idraulico, quando all'improvviso il sostegno meccanico avrebbe ceduto. Luciano Zago, 55enne titolare dell'officina "Micar" che si trova in via Brigate partigiane a Paderno Dugnano, in provincia di Milano, sarebbe morto in queste tragiche circostanze: schiacciato dal pesante mezzo che gli è caduto addosso. Il dramma, l'ennesima tragedia sul lavoro che si consuma in Lombardia, è stato scoperto nella serata di ieri, sabato 23 novembre, dai soccorritori del 118 e dai vigili del fuoco, allertati dai parenti del 55enne che lo aspettavano per la cena. Attorno alle 21 gli equipaggi di un'ambulanza e di un'automedica e i pompieri si sono recati nell'officina del 55enne per controllare cosa fosse accaduto: purtroppo però non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell'uomo.

La moglie del meccanico ha accusato un malore

I soccorritori hanno dovuto prestare assistenza alla moglie del meccanico, che dopo aver scoperto la causa del ritardo del marito ha accusato un malore. I carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni e i vigili del fuoco del comando provinciale di via Messina a Milano sono intervenuti nell'officina per recuperare il corpo del 55enne e cercare di ricostruire la dinamica dell'accaduto, assieme agli ispettori del lavoro dell'Agenzia per la tutela della salute. Sembrano però esserci pochi dubbi in merito: il ponte idraulico sul quale era posizionato il furgone che il 55enne voleva controllare avrebbe ceduto per cause che adesso dovranno essere chiarite, facendo cadere il mezzo proprio addosso al meccanico, che si trovava sotto al veicolo.