Una tragedia si è consumata all'interno di un appartamento di Terno d'Isola in provincia di Bergamo dove a perdere la vita sono stati una madre di 71 anni e il figlio malato di 44. I due sarebbero morti a poche ore di distanza l'una dall'altro in una dinamica ancora da chiarire ma sulla quale i carabinieri sono al lavoro da questa mattina quando sono stati scoperti i due corpi senza vita. Stando a una prima ipotesi infatti sembra che l'anziana madre che viveva insieme con il figlio malato sia stata colpita da un improvviso malore mentre tentava di sollevare l'uomo con l'apposito sollevatore finendo così per cadere al suolo priva di sensi. Il figlio, affetto da una grave malattia degenerativa e dunque costretto a letto e attaccato a un respiratore, non è chiaro se volontariamente o accidentalmente, è così rimasto senza ossigeno del quale aveva necessità per riuscire a respirare nel modo corretto.

I corpi sono stati ritrovati questa mattina

In poche ore dopo la morte della donna, sarebbe sopraggiunto anche il decesso del 44enne, morto forse proprio a causa della mancanza di ossigeno. A trovare i due cadaveri è stato, questa mattina, martedì 2 luglio, il fisioterapista che da tempo assisteva l'uomo e che si era recato questa mattina nell'abitazione di madre e figlio come da appuntamento concordato. L'uomo ha allertato immediatamente le forze dell'ordine che sono giunti sul posto insieme con i soccorritori del 118: purtroppo però non è stato possibile fare altro che constatare il decesso di madre e figlio. Sulla vicenda indagano ora i carabinieri di Calusco: secondo una prima ipotesi è probabile che la tragedia si sia consumata nella notte tra domenica e lunedì, nella casa di via Casolini, a pochi passi dal Municipio dove i due vivevano.