Si appostava sotto casa, lo minacciava di morte o di autoinfliggersi delle lesioni così da poterlo accusare di averla maltrattata, in un caso lo avrebbe anche minacciato di sfigurarlo gettandogli dell'acido in viso. Per questo una donna di 30 anni è stata arrestata dai carabinieri a Busto Arsizio in provincia di Varese con l'accusa di stalking nei confronti dell'ex fidanzato. L'uomo con il quale aveva avuto una storia ormai finita da tempo, era oggetto delle sue ossessioni tanto da arrivare a pedinarlo sul luogo di lavoro, a chiamarlo o inviargli innumerevoli messaggi con i telefoni di amici e conoscenti.

La donna si trova ora agli arresti domiciliari

Nonostante i rifiuti dell'ex compagno di vederla o parlare con lei la 30enne non si rassegnava e continuava a mettere in atto le sue minacce: "Ti sfiguro con l'acido", gli avrebbe detto in una circostanza, mentre in un'altra lo avrebbe aggredito con dello spray al peperoncino spruzzato nella sua auto per costringerlo ad uscire per parlargli. A nulla è valso il tentativo dell'uomo di bloccare le chiamate e i messaggi della ex compagna che ha continuato perseguitarlo per mesi: così dopo l'ennesimo episodio poi riportato dalla vittima alle forze dell'ordine, il giudice per le indagini preliminari su richiesta della Procura di Busto ha disposto il provvedimento cautelare per la donna che si trova ora agli arresti domiciliari.