13 Aprile 2017
9:18

Svolta nelle indagini sull’omicidio di Daniela Roveri: trovata una traccia di dna

Daniela Roveri, 48 anni, dirigente d’azienda è stata trovata morta dalla madre il 20 dicembre scorso davanti all’ingresso di casa, un appartamento al quinto piano del civico 11 in via Keplero, nel quartiere Colognola (Bergamo).
A cura di Enrico Tata

Possibile svolta nelle indagini sull'omicidio di Daniela Roveri, sgozzata a dicembre con una coltellata nell'androne di casa, un appartamento nel quartiere Colognola, periferia di Bergamo. Secondo l'Eco di Bergamo sarebbero state trovate due tracce di dna che potrebbero appartenere all'assassino della manager. Il dna, appartenente a un uomo, sarebbe stato identificatorilevato su una guancia e su un dito della Roveri, zone del corpo in cui presumibilmente la donna è venuta a contatto con la persona che l'ha uccisa. Sempre secondo il quotidiano locale di Bergamo, si tratta di una traccia parziale nel quale è stato individuato il cromosoma Y, quello relativo alla linea di discendenza paterna. La Polizia scientifica di Torino ha già effettuato centinaia di comparazioni con il dna presente nelle banche dati delle forze dell'ordine, ma per ora gli esiti delle ricerche sono negativi.

Nessuna traccia genetica è stata invece rilevata nel materiale trovato sotto le unghie della vittima, sui capelli e sugli altri reperti piliferi che la manager stringeva in mano. Daniela Roveri, 48 anni, dirigente d’azienda è stata trovata morta dalla madre il 20 dicembre scorso davanti all'ingresso di casa, un appartamento al quinto piano del civico 11 in via Keplero, nel quartiere Colognola (Bergamo). La donna, sgozzata con una coltellata, era riversa in una pozza di sangue. Accanto al suo corpo c'erano due borse, quella da lavoro e il borsone della palestra. Manca la borsa con gli oggetti personali, particolare questo che farebbe pensare a una rapina. Per ora il movente dell'omicidio, oltre che l'assassino, resta un mistero.

Perché il secondo cellulare di Polina Kochelenko potrebbe dare una svolta alle indagini sulla sua morte
Perché il secondo cellulare di Polina Kochelenko potrebbe dare una svolta alle indagini sulla sua morte
Perché i Ris avrebbero commesso due errori nella indagini sull'omicidio di Gianna Del Gaudio
Perché i Ris avrebbero commesso due errori nella indagini sull'omicidio di Gianna Del Gaudio
Confessa l'omicidio nella cabina elettorale, trovato un secondo biglietto:
Confessa l'omicidio nella cabina elettorale, trovato un secondo biglietto: "Ti prenderanno"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni