(immagine di repertorio)
in foto: (immagine di repertorio)

È stata finalmente riscossa la vincita record al Superenalotto, che dal 13 agosto scorso attendeva di essere incassata. Con una schedina da 2 euro sono stati vinti 209 milioni, un jackpot mai realizzato prima che è stato ritirato nella giornata di oggi, martedì 8 ottobre, presso gli uffici di Sisal Matchpoint da un ente bancario a cui si è affidato il vincitore per mantener l'anonimato assoluto. Una cifra in grado di cambiare la vita di chiunque, che alla fine, dopo quasi due mesi, è stata versata sul conto del fortunato giocatore.

L'attesa e i dubbi

Prima di oggi erano state scritte molte parole, seguite da altrettante congetture, sul caso della riscossione della vincita record che tardava ad arrivare. Ricordiamo che se non fosse stato ritirato entro l'11 novembre, l'intero jackpot sarebbe andato in fumo, finendo per ingrassare le casse dell'erario, a cui sarebbe stata accreditata la totalità della cifra. Come previsto, il fortunato giocatore ha giocato d'attesa, probabilmente per non destare troppi sospetti o per organizzare la modalità di ritiro a lui o lei più congeniali.

Il "sei" della schedina vincente

La giocato fortunata è stata fatta in una ricevitoria di Lodi, per la precisione al bar tabacchi Marino, dove è stato azzeccato il "sei" da record. I numeri vincenti erano i seguenti: 7-32-41-59-75-76. Una combinazione che d'ora in avanti permetterà al misterioso vincitore di godersi una quantità di denaro che, almeno in linea teorica, potrebbe bastare per lui e per la sua discendenza negli anni a venire. È anche solo difficile da immaginare una cifra del genere tutta in una volta, eppure da oggi l'Italia potrà vantare un nuovo milionario pronto a spendere i suoi milioni nel nostro Paese, sempre che non sia già con le valige pronte verso qualche destinazione esotica.