(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Nella giornata di martedì 26 novembre si sono verificati alcuni problemi sulla linea Cremona-Treviglio che hanno determinato la sospensione del servizio ferroviario a partire dalle 4.40 di mattina, tra le stazioni di Crema e Catellone. Da Rfi (Rete ferroviaria italiana) fanno sapere che l'interruzione è stata causata da un guasto tecnico alla linea elettrica di alimentazione dei treni, dovuto ai lavori di rifacimento binari che si stanno svolgendo sul tratto interessato, considerati molto impattanti a livello energetico. A questo è stata dovuta la tardata riattivazione del servizio, che ha ripreso regolarmente attorno alle 6.30 di questa mattina.

I disagi per i pendolari

I lavori sulla linea Cremona-Treviglio riguardano il completo rifacimento delle rotaie e delle traversine, un intervento che dovrebbe concludersi entro i primi mesi del 2020. La riattivazione ritardata del servizio ferroviario ha causato molti disagi ai pendolari che giornalmente utilizzano la tratta. In centinaia sono rimasti a piedi, costretti a dover trovare un'alternativa o ad aspettare in stazione la prima corsa utile per riuscire a spostarsi. A partire dalle 6.30 la circolazione è ripresa sulla linea, con diversi ritardi e rallentamenti. Sempre da Rfi fanno sapere, attraverso una nota, che: "I treni 10450 e 10452 hanno effettuato un percorso alternativo tra le stazioni di Milano Lambrate e Cremona. I treni 10450 e 10451 sono stati effettuati con autobus, mentre per gli altri, le uniche alternative di viaggio sono stati i treni successivi. Sono state cancellate anche alcune corse al fine di riprogrammare il servizio sulla linea".