Due feriti, per fortuna in modo non grave, e alcune persone intossicate. È il bilancio della notte di paura alla discoteca Hollywood di Milano, in corso Como, dove questa notte è stato spruzzato sulla pista dello spray al peperoncino.

Spray al peperoncino all'Hollywood di Milano: due ragazzi contusi nella calca

Dalle prime testimonianze raccolte dai carabinieri, che indagano sull'accaduto, pare che attorno alle 2.30 due persone abbiano spruzzato lo spray urticante all'interno del locale. I due sono poi scappati, ma all'interno della discoteca si è scatenato il panico. Immediatamente la gente si è diretta di corsa verso le uscite e nella calca due giovani sono rimasti schiacciati e hanno riportato contusioni.

I carabinieri indagano per risalire ai responsabili

Il locale, uno dei più noti di Milano, era affollato per una serata dedicata alla Settimana della moda. Dopo la chiamata ai soccorsi, arrivata alle 2.40, sul posto sono state inviate tre ambulanze, insieme ai carabinieri e ai vigili del fuoco. Secondo quanto riportato dall'Azienda regionale emergenza e urgenza (Areu) sei persone sono rimaste coinvolte. Si tratta di quattro ragazze di 17, 18, 21 e 22 anni e di due ragazzi di 18 e 25 anni. Per fortuna, anche per la quantità modesta di spray utilizzato, poche persone sono rimaste intossicate.

Una 20enne , caduta e rimasta schiacciata, ha riportato una contusione ed è stata trasportata al Policlinico in codice giallo. Anche un 18enne è rimasto ferito in modo lieve. Le discoteca ha riaperto un'ora dopo. I carabinieri indagano per individuate i responsabili, con l'ausilio delle telecamere di sorveglianza del locale.

Spray al peperoncino: nel dicembre 2018 la tragedia di Corinaldo

L'episodio riporta alla mente la tragedia di Corinaldo, in provincia di Ancona, dove nel dicembre del 2018 durante un concerto del trapper Sfera Ebbasta sei persone persero la vita, schiacciate dalla folla che fuggiva dopo che era stato spruzzato lo spray al peperoncino. Per la tragedia sono stati poi arrestati sette giovani tra i 19 e i 22 anni, considerati membri di una banda responsabile di decine di furti e rapine con lo spray urticante.