Un furto di automobile in piena regola quello avvenuto a Milano, con tanto di colpo di pistola contro la vettura per farne scendere i passeggeri. Ma la "particolarità" del caso è legata al fatto che l'auto presa di mira fosse quella di una scuola guida, e che i passeggeri a bordo fossero l'istruttore ed una sua allieva, rimasti illesi nella vicenda ma terrorizzati.

E' accaduto nella zona occidentale di Milano, in Via Nikolajevka, nella zona Forze Armate-Serra Nuova. L'uomo si è avvicinato d'improvviso alla vettura e pistola in pugno ha aperto il fuoco contro il finestrino anteriore destro, dal lato passeggero della Kia Picanto utilizzata per le prove su strada da parte della scuola guida. Istruttore e allieva, che alla vista dell'uomo armato si erano chiusi in auto per la paura, a quel punto hanno capito che l'uomo voleva l'auto ad ogni costo: il rapinatore gli ha ordinato di riprendersi i propri effetti personali e di lasciarla a lui. Solo a quel punto, una volta ottenuta la macchina, è scappato nel nulla. Sulla vicenda indagano ora i carabinieri di Porta Magenta, che stanno cercando di fare chiarezza sulla vicenda. Si spera infatti che dalle telecamere a circuito chiuso della zona possano arrivare elementi utili per l'identificazione dell'uomo, così come dalla testimonianza delle due persone a bordo della vettura.