Nel cuore della nuova Milano, tra i grattacieli di Citylife, è stato arrestato un uomo di 32 anni che spacciava cocaina. L'operazione è stata coordinata dal vice questore aggiunto della polizia di Stato Anna Laruccia, insieme agli agenti del commissariato Sempione. Dopo aver individuato il pusher nei parchetti intorno alle Tre torri (i tre grattacieli che sorgono nella zona), le forze dell'ordine sono intervenute per arrestarlo. Lo hanno trovato in possesso di cento grammi di cocaina già suddivisi in dosi per la vendita al dettaglio.

La droga sotto le case della "Milano bene"

L'episodio si è verificato in uno dei quartieri più ricchi della città, al centro della così detta Milano "bene", dove negli ultimi anni sono stati costruiti diversi palazzi e grattacieli progettati da alcune tra le archistar più famose al mondo: Arata Isozaki, Daniel Libeskind e Zaha Hadid. Una zona molto amata anche da calciatori, personaggi del mondo dello spettacolo e artisti di vario genere, che hanno deciso di prendervi residenza successivamente al recente sviluppo urbanistico dell'area.

La perquisizione nell'abitazione del pusher arrestato a Citylife

Gli agenti della polizia di Stato, dopo aver messo in manette il 32enne, hanno proceduto con la perquisizione nella sua abitazione. Qui sono stati rivenuti altri 700 grammi di cocaina, una pistola e diverse munizioni, per la precisione ventuno cartucce pronte all'uso per caricare l'arma da fuoco. Elementi che contribuiscono a delineare il profilo criminale dell'uomo, che era già noto alle forze dell'ordine per precedenti sempre relativi a storie di droga.