All'alba di oggi è scattato un blitz per sgominare le due bande che, fino ad oggi, hanno gestito le piazze di spaccio di due quartieri a nord di Milano, Comasina e Bruzzano. Sono 23 in totale le persone destinatarie di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari di Milano. Tutti gli arrestati sono cittadini italiani e, tra loro, vi sarebbe anche un sovrintendente della polizia. I due gruppi criminali tra il 2013 e il 2017 avrebbero gestito lo spaccio di droga nei due quartieri milanesi, avvalendosi dunque anche della copertura di un poliziotto. Le indagini della squadra mobile della questura di via Fatebenefratelli, coordinate dal procuratore aggiunto Alessandra Dolci e dai sostituti Giovanna Cavalleri e Cecilia Vassena della Direzione distrettuale antimafia, sono partite proprio dalle segnalazioni di alcuni agenti del commissariato Comasina, che avevano intuito come alcuni loro colleghi fossero contigui ad alcuni pregiudicati della zona. In passato gli stessi agenti che hanno fatto partire le indagini avevano anche subito alcuni atti intimidatori.