Ha cercato di nascondere le prove della sua ubriachezza mangiandosi lo scontrino dell'etilometro, il pezzettino di carta dove vengono annotati i risultati dell'alcoltest. Protagonista del singolare episodio un automobilista fermato dalla polizia stradale di Sondrio. La vicenda è avvenuta durante lo scorso weekend ed è stata riportata dal quotidiano "Il Giorno". L'uomo è stato fermato per dei controlli e fin dall'inizio ha cercato di sottrarsi all'alcoltest. Il motivo, come emerso in seguito ai risultati dell'etilometro, è che si era messo alla guida con un valore di alcol nel sangue superiore al limite consentito. Di fronte all'evidenza è arrivata la mossa inaspettata dell'uomo che ha ingoiato lo scontrino dell'etilometro. Non contento, in seguito il conducente ha cercato di perdere tempo per evitare di ripetere il test e magari nel frattempo far abbassare il livello di alcol nel suo corpo. I suoi atteggiamenti però non sono serviti a evitargli il ritiro della patente per guida in stato di ebbrezza. Non solo: i suoi comportamenti davanti agli agenti della stradale e ai colleghi delle volanti della questura di Sondrio potrebbero fargli rischiare anche altre accuse.

L'episodio nel corso di controlli effettuati dalla stradale nel weekend

L'automobilista "vorace" è uno dei quattro conducenti che sono stati sorpresi ubriachi al volante delle loro auto nel corso dei controlli effettuati lo scorso weekend dalla polizia. Complessivamente gli agenti hanno fermato circa 60 conducenti nelle zone della bassa Valtellina, della Valchiavenna e dell’Alto Lago di Como. In due casi gli automobilisti stavano guidando sotto l'effetto di stupefacenti: per tutti i trasgressori è scattato il ritiro della patente.