209 CONDIVISIONI
13 Luglio 2017
11:01

Soldi e regali all’amante playboy: il segreto della vita di Daniela, sgozzata a Colognola

Dagli interrogatori condotti dagli inquirenti è emerso che l’amante di Daniela, l’uomo fidanzato con il quale aveva una relazione, intratteneva altre storie con donne conosciute in palestra dalle quali riceveva soldi e regali. È nella storia con il playboy il movente del brutale assassinio?
A cura di Angela Marino
209 CONDIVISIONI

Soldi e regali dalle donne con le quali trascorreva il suo tempo. Questa la novità emersa dagli interrogatori nel caso di Daniela Roveri, la manager di Icra sgozzata a Bergamo la sera del 20 dicembre. L'uomo con cui la 49enne aveva da tempo una relazione, nonostante fosse fidanzato, da quanto emerge, aveva relazioni con altre signore, conosciute, come Daniela, in palestra e da loro riceveva ‘compensi' per la sua compagnia. Una vita segreta della quale non è chiaro se Daniela fosse a conoscenza.

Mai formalmente indagato, l'ex amate ha un alibi e ciò esclude che sia stata la sua mano a tranciare la gola della donna davanti all'ascensore del palazzo di Colognola dove l'anziana madre la aspettava per cenare, tuttavia non esclude che questa ambigua frequentazione possa essere stata movente del delitto.

La bionda dirigente di Bergamo si era sempre dedicata esclusivamente alla carriera. Nel suo passato non c'erano state storie importanti, relazioni durature, solo qualche passioncella passeggera. Poi era arrivato lui, massaggiatore della palestra ‘Il club' di Azzano San Paolo e Daniela aveva perso la testa. Non le importava che fosse legato a un'altra donna e probabilmente non sapeva di non essere l'unica trasgressione al legame di coppia che l'uomo si concedeva.

Questo spiegherebbe, probabilmente, il prelievo di oltre 20mila euro dal conto di Daniela negli ultimi due anni. Un fiume di denaro, per le sue abitudini e il suo stile di vita che prevedeva solo qualche viaggio con la mamma o con le amiche. Erano destinate all'amante quelle somme? Con questa nuova prospettiva di lettura che fornisce finalmente una chiave di interpretazione al rebus di quell'omicidio senza movente, tutti i tasselli del puzzle andrebbero a posto.

Ricerche minuziose nella vita di Daniela non avevano portato a niente: una vita ordinaria senza ombre, perfino l'esame del DNA sul capello trovato nelle sue mani non aveva dato alcun risultato. Poi la scoperta della vita da palyboy viziato dalle signore del suo amante. È questa la chiave della spaventosa storia di Daniela?

209 CONDIVISIONI
Le rinnovano la patente a 94 anni:
Le rinnovano la patente a 94 anni: "Correvo la Mille Miglia e le gara a Monza"
Lisa Noja (Italia Viva):
Lisa Noja (Italia Viva): "Sulla sanità Regione Lombardia non ha guardato ai vantaggi dei cittadini"
474 di Maria Oberti
Governo, Meloni:
Governo, Meloni: "Un giorno tornerò a fare la giornalista"
723 di askanews
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni