Due giorni di tregua dallo smog, con i valori medi di Pm10 sotto il limite. In Lombardia l'aria è lievemente più pulita dopo due settimane abbondanti di atmosfera satura di polveri sottili. Per questo da domani, martedì 21 gennaio, sono revocate le misure temporanee di primo e di secondo livello nei comuni con più di 30.000 abitanti  e in quelli aderenti su base volontaria nella province di Milano, Cremona, Pavia, Lodi e Mantova.

Migliora la qualità dell'aria: divieti revocati in provincia di Milano, Cremona, Pavia, Lodi e Mantova

I divieti antismog di primo livello sono confermati invece nei comuni coinvolti nella provincia di Monza e Brianza, dove i valori delle concentrazioni del Pm10 sono stati per un solo giorno al di sotto del limite. La revoca verrà rivalutata domani in caso di valori sotto la soglia e previsioni favorevoli alla dispersione degli inquinanti.

L’assessore  regionale all’Ambiente, Raffaelle Cattaneo, è soddisfatto del miglioramento dell'aria: "Oggi i dati ci dicono che in tutta la Lombardia i dati del Pm10 sono al di sotto del limite. La qualità dell’aria è certamente migliorata". Le misure temporanee di primo livello riguardano il traffico, con limitazioni per i veicoli fino a euro 4 diesel e obbligo di spegnimento motori in sosta, il riscaldamento domestico, con limitazione all'uso di generatori a biomassa legnosa di classe inferiore ‪alle 2 stelle compresa, riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni, l'agricoltura, con divieto di spandimento liquami zootecnici e divieto assoluto di combustioni all'aperto.