"Io penso che sia andato bene, ma sono un po’ di parte". Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, è soddisfatto dalla domenica a piedi per il blocco del traffico. I milanesi si sono goduti la città a piedi, in bicicletta o in monopattino. "Ho visto anche tanta gente molto contenta, ho visto che i dati Arpa sull’inquinamento sono positivi", ha osservato il primo cittadino.

Blocco del traffico, per Beppe Sala bilancio positivo

Nella giornata di domenica le polveri sottili sono calate un po', rimanendo però sempre vicine alla soglia di guardia. I livelli di Pm10 in città si sono attestati a 50 migrogrammi per metro cubo in viale Marche e via Senato, secondo la rilevazione delle centraline Arpa. Valori appena inferiori e pari a 40 a Città Studi e 47 al Verziere. Nell'area metropolitana 44 Pioltello. "Nelle premesse non voleva essere qualcosa di risolutivo, però ha aiutato nel suo piccolo. È uno dei tanti elementi su cui bisogna lavorare", ha aggiunto Sala. Il sindaco non esclude che si possa ripetere l'iniziativa. "È inutile dire se lo ripeteremo o no, dipenderà da quali saranno le condizioni. Però il giudizio che do è ampiamente positivo di questa domenica. Di lamentele non ne ho viste così tante”.

Genitori antismog: Meno polveri sottili senza auto e moto

"Quello che possiamo sicuramente dire è che ieri, grazie al fermo delle auto e moto, meno polveri sono state immesse e meno polveri sono state fatte ricircolare", conferma anche Genitori Antismog in un post su Facebook, "ma il vantaggio delle domeniche a piedi è soprattutto culturale: ci fa capire quanto sia bella la nostra città senza rumori e puzza". L'associazione ha segnalato che dai dati sul Pm 2.5, il particolato più sottile, raccolti alle 21 di ieri dalle centraline della rete #FCUB, si vede come "alle 18 alla ‘riapertura' del traffico i valori schizzano tutti verso l'alto".