"Noi  sindaci ne vediamo e ne sentiamo tante ogni giorno, ma non mi era mai successo che oltre ad essere insultato mi dessero anche calci e pugni". Il sindaco di Cisano Bergamasco, Andrea Previtali, ha denunciato di essere stato aggredito nel corso di un sopralluogo in paese, apparentemente senza una ragione, da un uomo che poi è fuggito. L'episodio è avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 16 ottobre ed è stato riferito dallo stesso primo cittadino su Facebook.

Aggredito a calci e pugni il sindaco di Cisano Bergamasco

"In sette anni e mezzo non mi era mai successo e spero vivamente che non accada mai più", ha scritto il sindaco. "Stavo facendo un sopralluogo con il mio assessore in via Tre Fontane, per cercare di risolvere la situazione dei continui allagamenti dopo i temporali lungo la via. E mentre stavamo rallentando e accostando a bordo strada con le quattro frecce, arriva da dietro una macchina che, dopo continui strombazzi, ci sorpassa, si ferma davanti". Il conducente dell'auto a quel punto scende e si avvicina urlando. "Dà un pugno sul cofano della nostra macchina. Così scendo e spiego che sono il sindaco con l’assessore del Comune e stavamo accostando per fare dei sopralluoghi. Ma nonostante gli stessi spiegando la situazione, la persona continua ad imprecare ed insultarmi. Lo avviso che se continua mi trova costretto a chiamare i carabinieri e lui per reazione mi dà un calcio alla gamba ed un pugno sulla schiena. Non reagisco, non dico più niente e se ne va". Il primo cittadino se l'è cavata con "un po’ di dolore alla gamba ed una leggera amarezza nel cuore", mentre i carabinieri sono riusciti a risalire all'autore dell'aggressione. Si tratterebbe di un uomo residente in un comune della zona.