Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Una tragedia si è consumata nel pomeriggio di ieri a Lungavilla nel Pavese dove un ragazzo di soli 24 anni è morto annegato in un lago nel tentativo di recuperare la sua canna da pesca caduta in acqua. Il tutto è avvenuto intorno alle 19 quando la fidanzata della vittima ha fatto scattare l'allarme non vedendo riemergere il giovane dall'acqua, purtroppo però i soccorritori una volta non giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 24enne. La vittima, Andrei Zisu, di origini romene e residente a Casteggio, lavorava come camionista: ieri aveva deciso di trascorrere il Ferragosto in compagnia della fidanzata e del nipotino all'interno del parco Palustre del comune in provincia in Pavia.

Annega nel lago a Lungavilla: il corpo del 24enne recuperato in serata

E così dopo aver passato diverse ore a pescare, sua grande passione, quando la lenza è finita in acqua dopo essergli scivolata di mano ha deciso di tuffarsi in acqua per riprenderla: è a questo punto che la fidanzata non lo ha visto più riemergere. Immediatamente è scattato l'allarme e sul posto si sono precipitati i soccorritori del 118, insieme con i carabinieri e i vigili del fuoco di Pavia intervenuti con il reparto sommozzatori e con i mezzi di soccorso. Purtroppo però il 24enne non c'è stato nulla da fare: il suo corpo è stato ripescato in serata purtroppo privo di vita. Secondo quanto si apprende le acque del lago sono vietate alla balneazione a causa del fondale melmoso e ricco di argilla, che potrebbe aver causato l'annegamento del giovane.