(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Non aveva provocato feriti, ma avrebbe potuto causare delle vittime. Perché un camionista di 55 anni, conducente di professione, si era messo al volante del suo mezzo pesante completamente ubriaco. Le analisi effettuate su di lui hanno restituito un risultato che ha sorpreso gli agenti della polizia locale di Seriate, paese in provincia di Bergamo dove l'uomo era stato soccorso dopo essere finito fuori strada col camion. Il conducente infatti stava guidando con un tasso alcolemico di 3,96 grammi per litro, praticamente un valore da coma etilico.

Il camionista è stato denunciato: scattata la revoca della patente

Ad aggravare il quadro della situazione, il fatto che il camionista, per legge, non potesse bere neanche un bicchiere e che invece fosse ubriaco già di prima mattina: l'incidente si era infatti verificato alle 9 dello scorso 10 dicembre sulla strada provinciale 671 in direzione di Bergamo. Alla luce dei risultati dell'alcol test, giunti solo nei giorni scorsi alla sede del comando della polizia locale di Seriate, non sorprende che l'uomo abbia perso il controllo del camion e sia finito fuori strada, schiantandosi contro il guard rail. Per fortuna nessuno si era fatto male seriamente: lo stesso conducente, unico ferito nell'incidente, aveva infatti riportato solo lesioni lievi, ma  Adesso per il camionista è arrivato il momento di affrontare le proprie responsabilità: l'uomo, come riporta il quotidiano locale "Bergamonews", è stato denunciato per aver causato un incidente guidando in stato di ebbrezza. Per lui scatterà la revoca della patente e inoltre dovrà pagare una multa molto salata, compresa tra duemila e quattromila euro.