Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

L'ha prima insultata e poi l'ha presa a pugni dileguandosi nella stazione di Seregno: è questo il culmine della violenta aggressione avvenuta ieri mattina in Brianza dove una capotreno è stata picchiata da un passeggero trovato senza biglietto a bordo di un treno. A raccontare la vicenda il sindacato di Fit Cisl di Como che ha denunciato la gravità di fatti avvenuti tra l'indifferenza della gente: la giovane capotreno era sul treno partito alle 9:48 da Como San Giovanni e diretto a Rho quando durante i controlli di rito ha notato un uomo, un italiano di mezza età che, sdraiato, occupava diversi posti a sedere.

L'uomo si è dileguato nella stazione di Seregno

A questo punto la capotreno ha invitato l'uomo a sedersi normalmente così da non occupare più posti, ma il passeggero si è rifiutato: la dipendente Trenord ha così chiesto all'uomo di mostrarle il biglietto, ma quest'ultimo le ha spiegato di non averlo. Il passeggero è stato così invitato a lasciare il convoglio ed è stato accompagnato alla porta in modo da poter scendere alla fermata successiva, dopo essere stato multato: ma è proprio quando il treno è giunto nella stazione di Seregno, fermandosi, il passeggero con un gesto fulmineo si è voltato verso la capotreno e l'ha pesa a pugni prima di darsi alla fuga e far perdere le sue tracce nella stazione del comune brianzolo. La donna è stata soccorsa e portata in ospedale da dove è stata dimessa con una prognosi di 10 giorni. Intanto le forze dell'ordine si sono messe sulle tracce del passeggero: in questo senso saranno utili le immagini delle telecamere di sorveglianza e le testimonianze della capotreno e degli altri passeggeri.