Sciopero generale dei trasporti a Milano e in Lombardia. Lunedì 21 gennaio si preannunciano disagi per tutti coloro che si spostano sui mezzi pubblici: diverse sigle sindacali hanno proclamato un'agitazione di quattro ore le cui modalità varieranno da città a città. A Milano a rischio metro, tram e bus: il personale viaggiante e di esercizio di Atm potrà fermarsi dalle 8.45 alle 12.45. I disagi non saranno però limitati a Milano: lo sciopero coinvolgerà le linee in subaffidamento alla società Autoguidovie. Possibili ritardi e cancellazioni per le linee 201, 220, 222, 230, 328, 423, 431, 433. Saranno invece garantite le corse in partenza dai capolinea dalle 5.30 alle 8.29 e dalle 12.30 a fine servizio. Disagi anche a Como, sulla funicolare Como – Brunate: il personale viaggiante potrebbe aderire all'agitazione dalle 8.45 alle 12.45. Lo sciopero coinvolgerà anche la linea 965 in subaffidamento alla società Star che collega Pioltello con Milano. La linea potrebbe subire ritardi e cancellazioni dalle 18 alle 22. la società informa che saranno garantite le corse in partenza dai capolinea dalle 5.45 alle 17.50 e le ultime partenza da Pioltello alle 22.30 e da Milano alle 23. Lo sciopero è stato indetto dalle sigle sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl, Faisa-Cisal e Fast Confsal. L'agitazione è stata indetta per protestare contro "le proposte europee di nuove norme sui tempi di guida e di riposo per il personale dei servizi di trasporto passeggeri a lunga percorrenza".