Uno sciopero dei piloti Ryanair della durata di quarantotto ore a partire dalla mezzanotte del 22 agosto è stato annunciato dal sindacato irlandese Forsa. La mobilitazione arriva dopo un voto tra gli iscritti che si sono espressi per il 94 per cento a favore della serrata. La protesta dei piloti riguarda una disputa di lunga data su retribuzione, condizioni di lavoro e altre questioni correlate. In precedenza anche il sindacato britannico British airline pilots association aveva proclamato uno sciopero negli stessi giorni.

Sciopero dei piloti Ryanair il 22 e 23 agosto: rischio disagi e cancellazioni in tutta Europa

La protesta dei piloti disagi rischia di provocare gravi disagi in tutti gli aeroporti serviti dalla compagnia irlandese in Europa. Ritardi e cancellazioni potrebbero colpire migliaia di viaggiatori in una settimana di intenso traffico, tra partenze e rientri dalle vacanze. Possibili disagi anche nell'aeroporto bergamasco di Orio al Serio, importante base italiana per la compagnia fondata da Michael O'Leary con decine al giorno per tutta l'Europa

Il sindacato ha spiegato anche che l'Associazione dei piloti aerei irlandesi (Ialpa) ha presentato una documento di trenta pagine al management di Ryanair nel marzo di quest'anno con proposte per adeguare i livelli di retribuzione alle norme del settore.

I rappresentanti dei piloti hanno affermato che solo una sostanziale controproposta da parte dei vertici della compagnia potrebbe convincere a non intraprendere un'azione di sciopero. Nessuna controproposta di questo tipo è stata presentata nell’ultima riunione che si è tenuta martedì con un mediatore. I lavoratori spiegano che la compagnia aerea “non ha fornito alcuna risposta significativa, anche di fronte a un blocco costoso e potenzialmente distruttivo”.