Si è ripreso e sta bene il capriolo ritrovato nella mattina di lunedì 27 maggio a San Donato Milanese. Il comune ha fatto sapere attraverso una foto dell'animale postata sul profilo Facebook ufficiale che l'esemplare è stato liberato nel Bosco Wwf di Vanzago e che sta bene. La notizia del suo ritrovamento si è diffusa velocemente ieri mattina quando nel giardino della scuola Martin Luther King di via Di Vittorio nel comune alle porte di Milano il personale scolastico ha avvistato il capriolo vagare spaventato. In quel momento la struttura era chiusa per le votazioni avvenute il giorno prima e quindi erano in corso le operazioni di smontaggio dei seggi. Immediatamente è stato richiesto l'intervento dell'Enpa, l'Ente nazionale protezione animali, che insieme con i vigili del fuoco hanno tentato di catturare e mettere in sicurezza l'animale.

Il capriolo sedato per evitare che si spaventasse ulteriormente

Il capriolo, un adulto tra i due e sette anni, però forse perché molto spaventato non ha voluto avvicinarsi a nessuno e così per paura che potesse essere colpito da un infarto causato proprio dalla paura: così intorno a mezzogiorno sono giunti in soccorso gli uomini del nucleo salvaguardia della fauna della città metropolitana di Milano che, muniti di fucili, hanno "sparato" delle siringhe di sedativo, previste in casi come questo, per placare l'animale. Il capriolo, una volta addormentato, è stato così trasportato all'interno del bosco Wwf di Vanzago e sottoposto a tutte le visite del caso. Martedì mattina il comune ha diffuso la bella notizia: "L'animale si è ripreso perfettamente ed è stato liberato nell'oasi in perfette condizioni di salute".