Sono state avvistate grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza le 17 borseggiatrici fermate dalla polizia a Milano: stando a quanto si apprende le giovani donne avrebbero messo a segno diversi colpi ai danni di numerosi visitatori giunti in città in occasione del Salone del Mobile e del Fuorisalone, meta ogni anno di centinaia di migliaia di appassionati provenienti da tutto il mondo. E così le borseggiatrici ne hanno approfittato per cercare di portar via portafogli e cellulari ai malcapitati sfruttando i mezzi pubblici, tram e metro, sempre pieni. Il fermo da parte degli agenti è giunto nella giornata di mercoledì quando poco dopo le 8 del mattino diversi passeggeri hanno segnalato proprio alle forze dell'ordine i numerosi borseggi ai quali stavano assistendo a bordo dei treni metropolitani, in particolare lungo la linea M1, quella che porta in Fiera a Rho, dove si tiene il Salone del Mobile.

Le borseggiatrici fermate grazie alle segnalazioni dei passeggeri a bordo dei treni

Nello specifico una donna di nazionalità cinese di 36 anni salita alla fermata di Pagano e diretta in Fiera è stata vittima del furto del suo portafogli contenente mille euro proprio a bordo di un treno: la donna accortasi del borseggio con l'aiuto dell'amica e di una passeggera italiana è riuscita a fermare una delle tre ragazze che l'avevano appena derubata. Sul posto sono giunti così gli uomini della Polmetro che insieme con gli agenti di polizia hanno fermato le borseggiatrici che si è scoperto facevano parte di un gruppo assai più ampio formato da ben 17 donne che sono state fermate in diversi punti della stazione metropolitana, grazie all'aiuto proprio delle telecamere di sorveglianza.

La polizia ha scoperto che 13 delle borseggiatrici fermate erano incinte

Le ladre tutte, stando a quanto emersi, provenivano tutte da campi nomadi dislocati in città e nel Milanese, o anche a Torino e Roma, due invece era residenti in alcune case popolari di Milano. La polizia ha successivamente scoperto che 13 di loro erano in stato interessante. Tra queste è stata individuata anche l'autrice della rapina, una ragazza di 17enne trasferita dopo l'arresto nel carcere minorile Beccaria, mentre le due complici di 32 e 20 anni, entrambe in stato di gravidanza, sono state denunciate. Un'altra ragazza, si tratta di una 18enne originaria della Bosnia e con diversi precedenti penali, è stata arrestata nei pressi della stazione Centrale di Milano: stando a quanto appurato avrebbe tentato di derubare un cittadino di Singapore di 27 anni, che però è riuscito a trattenerla dopo essersi accorti del tentativo di furto. La ragazza è stata arrestata per tentato furto aggravato. In totale sugli schermi delle telecamere gli agenti hanno visto le borseggiatrici muoversi in gruppi di 30-40.