(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Una rapina a mano armata all'ufficio postale, compiuta poco prima dell'orario di chiusura, ha fruttato 1600 euro a due malviventi. L'episodio è avvenuto nella serata di ieri, martedì 11 febbraio a Rovato, in provincia di Brescia. I due rapinatori attorno alle 19, pochi minuti prima che l'ufficio chiudesse, si sono introdotti alle Poste di via Spalenza armati di una pistola e di un taser. Non si sa se l'arma da fuoco fosse vera o una riproduzione giocattolo: fatto sta che, dietro la minaccia delle armi, i due hanno costretto i dipendenti dell'ufficio postale a consegnare loro il denaro presente in cassa. Poi i due sono fuggiti in pochi secondi, dileguandosi con un bottino di circa 1600 euro.

Una settimana fa un'altra rapina alle Poste a Cazzago San Martino

Nessuno fortunatamente è rimasto ferito, anche se il personale dell'ufficio ha vissuto attimi di paura. Sul posto sono state chiamate le forze dell'ordine che dovranno adesso cercare di ricostruire con esattezza la dinamica della rapina e individuare i responsabili, magari anche con l'ausilio delle telecamere di sorveglianza presenti nella zona. Le indagini sulla rapina sono state affidate ai carabinieri della locale stazione e ai colleghi della compagnia di Chiari. Tra le varie piste da seguire anche quella cje si possa trattare degli stessi rapinatori che pochi giorni fa, il 4 febbraio, avevano colpito un altro ufficio postale in un paese vicino Rovato, a Cazzago San Martino: in quella circostanza però il colpo aveva fruttato appena qualche centinaio di euro.