(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Un ragazzo di 25 anni, pregiudicato, è stato arrestato per aver azionato il freno di emergenza di un convoglio partito da Brescia e aver aggredito il controllore, nella giornata di lunedì 20 gennaio. Il treno, che viaggiava in direzione Romano di Lombardia – dove poi si è fermato – ha subìto un rallentamento improvviso verso le 14, causato dal freno manuale d'emergenza tirato con forza dal giovane. Il capotreno, allora, è andato a controllare cosa fosse successo e ha trovato il ragazzo nei pressi della postazione del freno con una sigaretta accesa e con un atteggiamento arrogante.

Arrestato, il ragazzo è un pregiudicato raggiunto da decreto d'espulsione

Alla richiesta di spiegazioni per il gesto, il ragazzo – un nigeriano – ha risposto: "Mi stavo annoiando". Allora il capotreno gli ha chiesto il biglietto, venendo aggredito dal 25enne, poiché sprovvisto del documento di viaggio. Lanciato l'allarme, l'uomo è stato fatto scendere dal treno e controllato dagli agenti della polizia locale di Romano di Lombardia ai quali ha dato informazioni false circa le sue generalità. Le forze dell'ordine sono riuscite ugualmente a scoprire l'identità del giovane, risultato essere un rapinatore seriale già noto perché pregiudicato. Inoltre, risulta che il ragazzo sia già stato raggiunto da un decreto di espulsione poi mai effettuato. Ora è stato condotto a Bari in un centro per il rimpatrio dove attenderà di essere allontanato definitivamente dal territorio italiano.