Si chiamano navigator e sono le nuove figure professionali della quale avrà bisogno la regione Lombardia nei prossimi mesi. Con il via al reddito di cittadinanza infatti come previsto dalla stessa legge sarà necessaria la figura del navigator che dovrà aiutare i disoccupati nella ricerca di un lavoro. E come comunicato dall'assessore all'Istruzione, formazione e lavoro della Regione Lombardia, Melania Rizzoli, all'indomani dell'accordo fra governo e Conferenza delle Regioni, saranno tra i 300 e i 350 i navigator che saranno assunti in Lombardia a fronte dei 3000 previsti a livello nazionale.

Le informazioni dettagliate pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale nelle prossime settimane

Il bando non è stato ancora pubblicato, verrà reso disponibile sulla Gazzetta Ufficiale, ma stando a quanto si apprende il concorso potrebbe essere rivolto ai laureati in economia, giurisprudenza, sociologia, scienze politiche, psicologia e scienze della formazione. Inoltre si dovranno avere conoscenze della normative sul lavoro, così come in ambito economico. Ma in cosa consiste il lavoro di navigator? Le persone assunte dovranno seguire il percorso delle persone destinatarie del reddito di cittadinanza in modo da poterle aiutare a inserirsi nel mondo del lavoro, riuscendo a combinare offerta e domanda in ambito lavorativo. I navigator avranno poi anche un'altra funzione, quella di  monitorare e controllare i destinatari del reddito di cittadinanza affinché vengano rispettate le norme previste dal Patto per il lavoro e per l’inclusione sociale.