Ovazione per il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
in foto: Ovazione per il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

È iniziata con un leggero ritardo la Tosca di Puccini, l'opera che inaugura la stagione del teatro alla Scala di Milano. Questo perché il pubblico ha ritenuto opportuno tributare un lunghissimo applauso, una standing ovation durata quattro minuti per il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, accompagnato dalla figlia Laura nel palco Reale. L'orchestra diretta dal maestro Riccardo Chailly ha poi eseguito l'inno di Mameli prima dell'inizio dell'opera.

Presente alla Scala anche la senatrice a vita Liliana Segre, che ha commentato: "Il presidente Mattarella mi ha detto che ci vedremo molto presto. La Tosca non mi delude mai, la Scala non mi delude mai. La musica, il teatro, l'opera, in una parola la cultura aiuta, in tutto. E' come dice Primo Levi ‘conoscere è necessario in assoluto'". La senatrice è abbonata da trent'anni alla Scala.

Il sindaco Sala: "Scala e Milano sono due grandi valori"

"Si tratta di una conferma che la Scala e Milano sono due grandi valori. In questo momento ci tengo molto alla dimensione internazionale della Scala. E' un bene che la Scala si faccia conoscere nel mondo. La prima è sempre la prima. Oggi non è una giornata semplicissima. C'è stato qualche problema, ma adesso godiamo di Puccini", ha dichiarato il sindaco di Milano Beppe Sala.

"Dobbiamo essere orgogliosi di quello che l'Italia è nel mondo quando si parla di cultura e di bellezza. Il mondo è pieno di milioni di persone che vogliono vestire italiano, mangiare italiano, ascoltare musica italiana. Proviamo ad essere un po' più orgogliosi di noi stessi", le parole del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini.

Tra i presenti alla Prima il ministro Vincenzo Spadafora, la deputata di Italia Viva Maria Elena Boschi, il sottosegretario Ivan Scalfarotto, Carla Fracci, la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e la cantautrice Patti Smith.