Non si sa da quanto tempo fosse la donna di 55 anni, di nazionalità ucraina, ritrovata senza vita in un appartamento di Pioltello nel pomeriggio di mercoledì 17 aprile. A fare la macabra scoperta è stato il figlio dell'anziana che la 55enne accudiva come badante: l'uomo recatosi a casa della madre, una 87enne malata di Alzheimer, per una visita una volta entrato nell'appartamento del comune alle porte di Milano ha trovato il corpo senza vita della badante riverso sul letto. Immediato l'intervento dei sanitari del 118 e delle forze dell'ordine giunte in pochissimo tempo nell'abitazione di via Aldo Moro: inutili i soccorsi, la donna era già spirata e i medici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Si ipotizza un improvviso malore: disposta comunque l'autopsia

Il figlio dell'anziana, un uomo di 65 anni, ha raccontato agli inquirenti di essersi allarmato subito una volta entrato in casa poiché ha visto la madre stranamente sola seduta sul divano in soggiorno e la 55enne assente. Poco dopo sono giunti sul luogo dove si è consumata la tragedia anche gli uomini della scientifica e il medico legale: stando alle prime informazioni il corpo della 55enna non presentva segni di violenza evidente, se non una trauma al viso, una ferita al naso nello specifico. Ferita che i medici hanno ipotizzato possa essere stata causata dalla caduta della donna che, vittima di un malore, avrebbe sbattuto il volto contro la testiera del letto. I militari, che hanno anche ascoltato un vicino con il quale la vittima aveva parlato un paio di ore prima, hanno comunque disposto l'autopsia sul cadavere.