Il marito violento arrestato dalla guardia di finanza a Luino
in foto: Il marito violento arrestato dalla guardia di finanza a Luino

Ha picchiato selvaggiamente la moglie, fino a romperle il naso. Un marito violento è stato arrestato nella notte dalla guardia di finanza a Luino, in provincia di Varese. I militari delle Fiamme gialle sono intervenuti in un appartamento che si trova vicino alla caserma, richiamati dalle urla che provenivano dall'interno: dopo aver fatto irruzione nell'abitazione, nella camera da letto hanno trovato l'uomo, un cittadino marocchino di 46 anni, intento a picchiare violentemente la moglie, che aveva tracce di sangue sul viso e sui vestiti e varie ecchimosi al volto. Anche di fronte ai finanzieri l'uomo ha continuato ad aggredire la donna e ha poi opposto resistenza all'arresto: nonostante ciò gli uomini delle Fiamme gialle sono riusciti a dividere i coniugi e ad ammanettare il 46enne. L'uomo, con regolare permesso di soggiorno, è risultato avere diversi precedenti legati sempre al suo comportamento aggressivo. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Varese: deve rispondere di vari reati che vanno dalle lesioni alla resistenza a pubblico ufficiale.

La moglie, dopo i primi soccorsi ricevuti in loco dal personale del 118, è stata successivamente trasportata all'ospedale di Luino. I medici, oltre a vari traumi in diverse zone del corpo, le hanno riscontrato anche la frattura scomposta delle ossa nasali. Dal sopralluogo dei finanzieri è emerso che la brutale aggressione si era protratta in varie parti della casa: tracce di sangue sono infatti state trovate in diverse stanze dell'appartamento.