Stava pescando nei pressi di un torrente nella zona di Ponte delle Seghe a Garzeno in provincia di Como quando è improvvisamente scivolato finendo prima in un dirupo e poi in acqua: è accaduto a un uomo di 65 anni nel pomeriggio di ieri, giovedì 8 agosto. In compagnia della moglie si era recato nella zona del lago di Como per trascorrere un pomeriggio di relax quando per motivi ancora non chiari mentre era intento a pescare è scivolato nel torrente: la donna che ha assistito alla scena ha allertato immediatamente i soccorsi che si sono precipitati sul posto poco dopo le 17.30. Vista la zona impervia sono intervenuti i vigili del fuoco e gli uomini del soccorso Alpino di Dongo.

Pescatore finisce in un torrente: si aggrappa alle rocce per non farsi portare via dalla corrente

Il 65enne scivolato lungo un dirupo per circa 30 metri era poi finito in acqua ma aveva avuto la prontezza di aggrapparsi ad alcuni rocce così da evitare che la forte corrente del torrente lo trascinasse via. Gli operatori si sono così calati con le corde per poterlo raggiungere: un lavoro lungo che i soccorritori hanno svolto con la massima velocità per cercare di raggiungere quanto prima l'uomo per metterlo in sicurezza. Dopo circa due ore il 65enne è stato imbragato e portato in salvo per poi essere affidati al personale medico giunto sul posto con un elisoccorso: trasportato in codice giallo nel vicino ospedale di Lecco è stato ricoverato a causa dei numerosi traumi riscontrati dai medici riportati durante la caduta. Le sue condizioni nonostante la disavventura sono apparse piuttosto buone.