Marcello Cadoni (Facebook)
in foto: Marcello Cadoni (Facebook)

Non ce l'ha fatta il motociclista di 44 anni che domenica pomeriggio era rimasto vittima di un incidente stradale in Lomellina, lungo la strada che collega Ferrera Erbognone e Sannazzato de' Burgondi, in provincia di Pavia. L'uomo, Marcello Cadoni, dipendente della raffineria Eni di Sannazzaro de' Burgondi, è morto la scorsa notte all'ospedale di Alessandria, dove era stato trasportato in elicottero subito dopo il grave incidente. Lo schianto che gli è stato fatale era avvenuto attorno alle 17.30 di domenica 13 ottobre: Cadoni stava percorrendo la strada provinciale 193bis in sella alla sua moto Harley-Davidson, una delle sue passioni, quando per cause da accertare si è scontrato con un trattore. L'impatto è stato molto violento e dopo l'urto l'uomo era stato sbalzato in una risaia accanto alla strada. All'arrivo dei soccorritori le condizioni del 44enne erano subito apparse critiche, tanto che il 118 aveva trasportato in elicottero il ferito all'ospedale di Alessandria. Nell'incidente il 44enne aveva riportato la frattura di una gamba e diversi traumi e contusioni su tutto il corpo. Le condizioni del ferito sono poi improvvisamente peggiorate nel corso della notte, fino al decesso. Cadoni era originario della Sardegna anche se viveva e lavorava a Sannazzaro, nel Pavese: era un tecnico strumentista presso la raffineria Eni. Le forze dell'ordine intervenute nel pomeriggio di domenica hanno effettuato i rilievi di rito per determinare la dinamica esatta dell'incidente e accertare eventuali responsabilità da parte del conducente del trattore: pare che al momento dell'impatto il mezzo agricolo stesse svoltando in una via laterale.