Fondazione Salvatore Maugeri
in foto: Fondazione Salvatore Maugeri

Dopo la denuncia presentata dal marito della donna deceduta all'Istituto Maugeri, la procura della Repubblica di Pavia ha aperto un'inchiesta sulla morte della 68enne avvenuta venerdì scorso. La donna, stando a quanto si apprende, sarebbe morta a seguito di un'iniezione peridurale effettuata nell'ambulatorio di terapia del dolore del Maugeri. La direzione dell'Istituto aveva già chiesto che venisse effettuato sul corpo della donna l'esame autoptico utile a chiarire le cause della morte della donna, ma dopo la denuncia del marito è scattato il sequestro della cartella clinica così come disposto dalla stessa Procura e contestualmente un'autopsia che verrà effettuata all'istituto di Medicina Legale dell'Università di Pavia. Stando a quanto comunicato dalla stessa Fondazione, l'attività svolta nell'ambulatorio dell'Istituto è legata alla diagnosi e al trattamento dei segni e dei sintomi collegati a patologie, in particolare del dolore acuto e cronico di origine neurologico, articolare, vascolare, viscerale e miofasciale.